atLab

Ale sono io.

At lab, al lavoro in laboratorio.

Mi piace definire la mia ceramica ” Ceramic in the kitchen“. Ho iniziato così molti anni fa, nella mia cucina.

Ho sognato di lavorare con la ceramica alla fine del liceo Artistico, e la grande occasione di mettere le mani in pasta è arrivata durante gli anni dell’ Accademia di Brera con un Free moover in Norvegia alla Kunstskole di Bergen.  Era là il dipartimento di ceramica che volevo! Da quel momento tra alti e bassi la ceramica è rimasta una costante. Ho abbandonato per un po’ di tempo, ma la natura delle passioni è più forte, e ritorna.

Questo è il mio posto nel mondo.

Atlab nasce così. Cresce ogni giorno con le idee e la realizzazione paziente. Dietro il lavoro di un artigiano ci sono ore e ore di elaborazione, errori, incognite, fatiche fisiche. La ceramica è un luogo inaspettato: anche se hai fatto tutto quello che dovevi quando apri il forno puoi sempre trovare sorprese, gradite e non. Forse per questo non ne faccio a meno.

Sono al lavoro.